Hai letto o sentito notizie riguardo alla fatturazione elettronica. Sei andato su internet ed hai trovato questo sito. Bene, sei nel posto giusto!

Il nuovo governo ha portato diversi cambiamenti nella procedura di fatturazione. Il periodo di stallo dovuto all’eventualità di nuove elezioni, ha fatto slittare la fatturazione elettronica al 2019.

Tutto ciò che devi sapere sulla fatturazione elettronica




Probabilmente stai cercando informazioni già da tempo. Hai capito che su internet si dice tutto ed il contrario di tutto. Vorresti avere una guida precisa e dettagliata per passare dalla vecchia alla nuova fatturazione. Ma nemmeno il commercialista ha le idee chiare.

Fatturazione elettronica

Bene, su questo sito proveremo a schiarirci le idee. Più leggerai le pagine del sito e più ti saranno chiari gli aspetti da affrontare subito. Mano a mano che andrai avanti nella lettura ti daremo dei dettagli che non troverai scritti da nessun’altra parte. Più informazioni acquisirai, più ti sembrerà possibile affrontare il passaggio in sicurezza.

Ora che sai come gestire al meglio il passaggio alla fatturazione elettronica. Ciò che devi fare è semplicemente restare aggiornato sull’argomento.

Fatturazione elettronica 2019




Il 2019 segnerà la fine del classico modo di emettere le fatture. La nuova fattura sarà in formato digitale. La sua ideazione risale addirittura a 10 anni fa. In quel momento infatti, l’Unione Europa invitò gli stati membri a prevedere un insieme di norme per gestire elettronicamente il sistema di fatturazione.

Questo nuovo insieme di norme ha un duplice obiettivo:

  • Risparmiare: con la  nuova fatturazione sarà più difficile evadere le tasse. Questo porterà il sistema fiscale a migliorare la propria efficienza. Di conseguenza la spesa pubblica ne gioverà.
  • Migliorare i processi aziendali: la digitalizzazione delle imprese è un passaggio fondamentale per renderle più competitive sul mercato. In alcuni paesi come l’Italia, la gestione burocratica del fisco è tra i principali freni all’economia.  Con la fatturazione elettronica si completa il processo di evoluzione verso i digitale. Infatti le imprese che aderiscono al Piano Nazionale Impresa 4.0 ne beneficiano.

Buona parte dei vantaggi economici deriva dall’automazione dei processi tra azienda e fisco. L’obiettivo è di avere una riduzione dei costi e degli errori.

Accade spesso infatti che errori del fisco allunghino notevolmente i tempi di gestione delle pratiche. Ciò ostacola i processi produttivi delle aziende. Solo una piccola parte dei vantaggi economici riguarda la diminuzione dei costi. Questi principalmente sono di stampa e spedizione.

Come funziona la fatturazione elettronica?




Ti stai chiedendo da tempo come funziona il nuovo metodo di fatturazione? Consentirà di inviare e ricevere fatture senza utilizzare la carta. Si ha quindi anche un notevole vantaggio logistico per la conservazione dei documenti. Questi, oggi, devono essere conservati per lunghi anni nei raccoglitori.

Le nuove fatture potranno essere facilmente veicolate elettronicamente a tutti. Ai soggetti interessati come clienti e commercialisti.

Software per la fatturazione elettronica

Esistono software per gestire le fatture elettroniche. Questi oltre ad snellire le attività di fatturazione all’interno dell’azienda, permettono di contrastare l’evasione fiscale.

I software gestionali esistono da sempre. Nel 2018 l’evoluzione di questi ha avuto una notevole accelerata. Molti software che una volta si installavano sul computer, oggi si sono convertiti al cloud.

Il gestionale aziendale oggi è in remoto. Può essere utilizzato da qualsiasi luogo, con qualsiasi dispositivo. Sempre più spesso infatti i gestionali hanno una propria applicazione per smartphone. Anche quelli che non hanno sviluppato un’applicazione dedicata, sono oggi utilizzabili con un browser.

Benefici della fatturazione elettronica




Questa facilitazione introduce sia dei benefici che dei punti deboli. Avere un gestionale in remoto consente di de-localizzare l’ufficio fatturazione. Di contro, lega gli aspetti fiscali alla disponibilità di una connessione internet.

Senza una connessione internet, con un gestionale web-based, non si può lavorare.

Tuttavia, negli ultimi mesi, i software per la fattura elettronica si stanno evolvendo. L’evoluzione dei software gestionali sta procedendo a vele spiegate. Sbucano come funghi nuovi software che offrono spesso una piccola funzionalità in più rispetto agli altri. Questa concorrenza giova alle aziende. Possono disporre di sistemi ottimali per gestire la fatturazione con personale ridotto.

Fatturazione elettronica verso la pubblica amministrazione (PA)

Nel caso della pubblica amministrazione, la fatturazione elettronica esiste già dal 2016. Questo ha permesso negli ultimi 2 anni di abbattere le frodi ai danni del fisco. La pubblica amministrazione è infatti soggetta a frequenti frodi fiscali che in questo modo hanno vita più difficile.

Il processo che ha portato alla nascita della fatturazione elettronica si è articolato in diversi passi:

  • Per prima cosa è stato predisposto uno standard da parte del CEN. Questo consiste in una serie di documenti che definiscono una normazione formalizzata dalla Commissione.
  • Poi è stata verificata l’usabilità in maniera semplice della norma.
  • Successivamente la norma è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale UE. Da quel momento, gli stati membri hanno avuto 18 mesi per attuarla.

La fattura elettronica dunque contribuisce alla lotta all’evasione.

Fatturazione elettronica tra privati




Non è ancora chiaro come sarà regolamentata la fatturazione tra privati. Per alcuni soggetti infatti non è obbligatorio usarla. Tuttavia, anche i privati potrebbero aver bisogno della fattura. Anche semplicemente per detrarre delle spese.

L’ipotesi più accreditata è la registrazione del privato mediante il codice fiscale. In tal modo, sul sito delle Agenzia delle Entrate ognuno avrò una lista delle proprie fatture. Un’alternativa potrebbe essere l’invio della fattura tramite PEC. Ma non tutti i privati, per ora, hanno una PEC.

Non rimane quindi che attendere il 2019 per vedere come evolverà la questione.

Link al sito del ministero: http://www.interno.gov.it/it/servizi/servizi-line/fatturazione-elettronica